LE INTERVISTE DI LIBERA-MENTE: PATRISHA MAR


Intanto io continuo a scrivere, finché avrò idee non mi fermerò.

 

Libera-mente, dopo aver letto “Il tempo delle seconde possibilità” e “I protettori dell’Oracolo”, incontra Patrisha Mar, poliedrica scrittrice che ci ha rilasciato la seguente intervista per permettere a noi e a tutti i lettori di Libera-mente di conoscerla un po’ meglio.

1) Dove vivi?

Vivo nelle Marche, precisamente in Ancona.

2) Cosa fai nella vita?

Sono madre e moglie, oltre che autrice a tempo pieno.

3) Qual è la cosa più strana che hai fatto?

Mi piace pensare che devo ancora farla.

4) Da cosa nasce il tuo modo di scrivere?

Dai miei sogni a occhi aperti, dalla voglia di esplorare i caratteri delle persone, di comprendere le vite degli altri, di dare sempre un lieto fine alla vita di ognuno, anche se solo a personaggi di fantasia.

5) Hai degli autori da cui prendi spunto o hai creato da zero il tuo stile?

Non ho autori da cui prendo spunto, almeno non in maniera consapevole. Ho letto tantissimo nella mia vita ed è normale che quelle letture siano entrate in me e si siano sedimentate nella mente, quindi di sicuro mi hanno forgiata, senza che me ne rendessi conto. Non credo di aver neppure creato un mio stile, semplicemente sono me stessa quando scrivo e lo faccio con il cuore. Il resto va da sé.

6) Come costruisci le tue storie e personaggi?

Parto dai personaggi, mi appaiono all’improvviso nella mente, con il loro background, la loro storia. Si raccontano e io ascolto e butto giù il plot, facendo brainstorming. Ma sono molto flessibile, assecondo sempre i miei personaggi e la loro natura, a costo di cambiare la trama in corsa. E succede spesso, chi meglio dei personaggi sa quello che vuole fare?

7) Come hai scelto il titolo del tuo romanzo “Il tempo delle seconde possibilità”?

È venuto naturale. Il romanzo parla di seconde possibilità date agli altri e a se stessi. Il titolo si è mostrato da solo, dando il senso a tutto il libro.

il-tempo-delle-seconde-possibilita_9240_x1000
8) Hai preso spunto da fatti realmente accaduti?

No, è tutto frutto della mia fantasia, però mi sono fatta ispirare da un faro e dalle mie grandi passioni per il romanzo di Persuasione e per l’Irlanda. Infine ho messo insieme i pezzi.

9) Hai visitato i luoghi descritti nel tuo romanzo?

Sì, sono stata in vacanza una settimana in Irlanda e i posti citati nel romanzo li ho visitati davvero. È stato un viaggio che mi è rimasto nel cuore. L’Irlanda è magica sotto tanti punti di vista, spero di averle reso giustizia con le mie parole.

10) Come hai scelto il genere del tuo romanzo?

Non faccio mai una scelta di genere a priori, quando scrivo potrebbe venire fuori anche un ibrido a fine stesura e sono sicura che prima o poi accadrà, se non è già accaduto. Il tempo delle seconde possibilità è un romance, più sentimentale che commedia, e a tratti lo potrei inserire anche nella narrativa. Sì, forse è davvero un ibrido fra generi.

11) Cosa ti spinge a scrivere?

È il forte desiderio di raccontare una storia, una storia con il lieto fine. Per me è imprescindibile.

12) Ti piace il vino?

Lo bevo volentieri anche se raramente, mi piace quello bianco.

13) Qual è il tuo film preferito?

Non ce n’è uno ma tanti, non riesco mai a sceglierne uno solo. Ne cito alcuni che ho amato immensamente: C’è posta per te, L’impero colpisce ancora, Rocky.

14) Ti piace viaggiare? se sì raccontaci dove sei stata l’ultima volta OPPURE dove ti
piacerebbe andare (anche luoghi fantastici o irraggiungibili)

Se potessi viaggerei tantissimo, ma con una bimba piccola e tutto il resto non è mai facile prendere e partire come se nulla fosse. L’ultima volta sono stata in vacanza in montagna, a Cavalese. Luogo splendido. Mi piacerebbe visitare l’Australia, la Scozia e la Norvegia.

15) Con chi vivi?

Marito e figlia.

16) Progetti in vista?

Nei primi mesi del prossimo anno uscirà il cartaceo di “Il tempo delle seconde possibilità”, e poi il mio nuovo romanzo intitolato La poesia dell’anima. Intanto io continuo a scrivere, finché avrò idee non mi fermerò.

17) Se tu possedessi una sfera di cristallo che possa mostrare il passato, il presente e il futuro, cosa ci vedresti e cosa vorresti vedere?

Nel passato vedrei una giornata passata nel mondo di Jane Austen, sentendomi un po’ Elizabeth Bennet. Nel presente vedrei un bel Natale pieno di felicità e di allegria, colori e sorrisi. Nel futuro vedrei una gita intorno al mondo e ritorno, ma dallo spazio.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.