L’estetica dell’assassino, identikit di un’altra vita


estetica-assassino

Libera-mente no profit ha letto per voi “L’estetica dell’assassino- identikit di un’altra vita” di Silvia Celani

Un poliziesco avvincente vede come protagonista Giorgia Garbato, la quale inizia ad investigare su un intricato caso che parte da un omicidio a Torino, passa attraverso lo sfruttamento della prostituzione in un centro estetico, prosegue per il coinvolgimento di una multinazionale francese con loschi affari e ricerche sperimentali prive di etica per concludersi con una triste vicenda privata che cerca soddisfazione e vendetta.

Il commissario Giò è la protagonista di queste vicende insieme alla polizia italiana, la polizia francese e altri personaggi, tutti molto ben tracciati e caratterizzati: tra le pagine si alternano, infatti, le vicende della giornalista Michaelle, del dottor Montagner, del musicista Maxime e dell’affascinante André. Personaggi primari e secondari sono tutti caratterizzati: da particolari fisici, da modi di parlare, da piccoli dettagli, peculiarità che fanno sentire il lettore coinvolto nelle vicende, quasi fosse lì presente ad assistere ai fatti descritti.

Personalmente ho trovato molto interessante la sapiente descrizione di alcuni luoghi di Parigi: la magia della città, nota a tutti, è resa vera e concreta dalla descrizione dei percorsi, delle strade, dei luoghi reali, veramente vissuti dai parigini: palazzi, hotel, locali, ristoranti e, non solo! Anche la parte nascosta di Parigi, i sotterranei, vengono resi vivi e abitati da musicisti e giovani che vivono la notte.

E proprio la musica sembra essere il fil rouge che collega molte delle vicende principali narrate dalla scrittrice: si parla non di una musica qualsiasi, ma dall’appassionata musica dei Doors e in particolare dalla poesia di Jim Morrison, che pare essere uno dei protagonisti “assenti” del romanzo.

L’intero scritto è narrato in modo molto fluido, con un linguaggio semplice, ma al contempo, ricercando espressioni e parole tipiche della lingua francese, senza dimenticare la prorompente italianità della protagonista, minchia!

Il libro vi coinvolgerà in 438 pagine di indagini, intrighi e passioni, tenendovi piacevolmente impegnati durante queste più che meritate vacanze estive, alla ricerca della ripresa della normalità.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.