LA DEPRIVAZIONE AFFETTIVA, OVVERO…MANCA IL CALORE.

dott.ssa Anna Surace

la-famiglia1

Continua a leggere

L’IMPORTANZA DELL’OGGETTO NELLA DIDATTICA

dott.ssa Anna Surace

Comenio (1592-1670) fu tra i primi a porsi, nella sua Didactica Magna, il problema di quali strategie didattiche ed educative rispondano meglio alle esigenze del bambino e favoriscano lo sviluppo di capacità e di competenze. Egli giudica l’insegnamento trasmissivo e verbalistico completamente inutile, da lui stesso definito gusci senza gherigli e contro di esso si scaglia dichiarando che non vi è niente al mondo che un uomo dotato di senso e ragione non comprenda[1] e, perciò, l’insegnamento, per essere veramente utile, deve assumere come riferimento l’esperienza diretta (attraverso l’uso dei sensi) degli allievi con le cose. Continua a leggere

PULCE NON C’è

Mi è stato segnalato da una nostra lettrice un film che prontamente sono andata a cercare e che ho visionato con molto interesse. Il titolo è sicuramente singolare: “Pulce non c’è”.  Continua a leggere

Babywearing

L’esplorazione dell’ignoto mondo esterno può avvenire solo se il bambino sente di poter avere una base sicura a cui tornare in ogni momento e ogni volta ne senta il bisogno se, per esempio, si sente in un qualche modo minacciato o spaventato o semplicemente vuole condividere una scoperta. Continua a leggere

Ciao!! ho un blog su #wordpress e mi piacerebbe ampliare questo progetto…intanto provo a farmi conoscere dal maggior numero di persone possibile e, per questo, ho creato la pagina su #Googleplus , ho un profilo su #instagram e ho creato una pagina di #facebook 🙂 spero che veniate a dare un’occhiata alle #pagina e/o al #sito https://annasurace90.wordpress.com/ e siete calorosamente invitati a darmi #suggerimenti su come#modificare e #migliorare il tutto! commentando qui su facebook o direttamente sul sito #grazie !!

cropped-dscn3187.jpg

LA MATTINA DEL 27 NOVEMBRE: UNA MATTINA COME ALTRE?

Una mattina come tante alla piccola scuola di paese per metà scuola dell’infanzia e per metà asilo nido. Anzi! Anche più tranquilla…il freddo e la pioggia fanno venire la febbre a molti bambini e le classi si svuotano.

Per i bambini era arrivata l’ora della merenda e si sono tutti fiondati in mensa. Tre soli bambini, invece, non avrebbero fatto merenda e, perciò, erano rimasti in classe con la maestra a giocare tranquilli e a guardare i libretti colorati e pieni di figure, tutti seduti per terra.

Suona il campanello della scuola e dalla classe i tre bimbi e la maestra potevano vedere benissimo la porta di ingresso aprirsi: Continua a leggere

ATTACCAMENTO DEL NEONATO: CAREGIVER E STRANGE SITUATION

Immagine

L’esplorazione dell’ignoto mondo esterno può avvenire solo se il bambino sente di poter avere una base sicura a cui tornare in ogni momento e ogni volta ne senta il bisogno se, per esempio, si sente in un qualche modo minacciato o spaventato o semplicemente vuole condividere una scoperta e questo già a partire dalla nascita.

Continua a leggere