LE INTERVISTE DI LIBERA-MENTE: PATRISHA MAR

Intanto io continuo a scrivere, finché avrò idee non mi fermerò.

 

Libera-mente, dopo aver letto “Il tempo delle seconde possibilità” e “I protettori dell’Oracolo”, incontra Patrisha Mar, poliedrica scrittrice che ci ha rilasciato la seguente intervista per permettere a noi e a tutti i lettori di Libera-mente di conoscerla un po’ meglio.

Continua a leggere

Annunci

PENSIERI NOTTURNI-ORE PICCOLE, RICORDI STRETTI

Più le mie ore si fanno piccole
e più il tuo ricordo mi sta stretto.
Ma il Tempo
è un dono che non domino
e la tua presenza
è un dono da non elemosinare.
Le ore si fanno piccole.
Il tuo ricordo è una stretta.
[Dvca – 19/04/2017]

IN CIMA ALLA TABELLA

Tutti abbiamo almeno un bisogno,
il bisogno di sentirci importanti,
senza motivo,
senza interesse,
nella vita,
nei pensieri,
di chi è dentro di noi.
Di chi è importante,
dentro di noi.
Probabilmente
sarebbe più utile
avere una tabella
di quali cose
dovrebbero essere importanti
nella vita
di ciascuno di noi.
Ma chi compila la tabella?
Se dipendesse dal mio cuore,
so già quale nome
443
inesorabilmente
sarebbe in cima alla tabella.
[Dvca – 19/04/2017]

LA BESTIA

41nfqz2b6rnl-_sy346_

Libera-mente ha letto per voi “La Bestia” di Vera Q.

https://pensieridatergo.wordpress.com/category/vera-q/


La bestia. Feroce, aggressiva, ferina. Aggredisce La Grande Metropoli volendo distruggerla e conquistarla, farla sua.

La Grande Metropoli. Meravigliosamente organizzata in ogni aspetto con l’unico fine di crescere, avanzare, progredire. Una magnifica macchina di produzione e consumo.

Come già Libera-mente vi ha raccontato con le precedenti recensioni all’autrice, Vera Q. smaschera il lato nascosto del nostro vivere tecnologico e ripetitivo, che da fuori pare perfetto e organizzato, ma quando si va all’interno, nei suoi organi, ne si scopre lo schifo e l’illusorietà.

Col suo tono inquietante e divertente insieme, l’autrice ci racconta la storia di una donna, Enrichetta, che viene sorpresa da un malessere misterioso, una bestia che attacca silenziosa, non vista e gradualmente, un male che non si vuole vedere ma che sempre ci sarà. E se da una parte troviamo Enrichetta, esponente inconsapevole della ignorante vita di tutti i giorni, dall’altra c’è K. che ha capito la falsità della facciata che avvolge il mondo e desidera distruggerla. Finché un giorno i due si incontreranno: complotti militari,  rapimenti, medicina incompetente e esperimenti su cavie umane.

Vera Q. ci regala un racconto breve e piacevole, pieno della sua ironia e creatività noir, che affascina dal punto di vista narrativo, ma che non rinuncia alla profondità, facendo riflettere e divertire al contempo il lettore.

18767890_1100456340096129_1748718043392559594_n

Sei…

… il riso sul mio volto;
… la gioia nei miei pensieri;
… la tristezza dei miei occhi;
… la morte nel mio cuore.
Ciò e infinitamente altro
sei tu dolce mia anima;
e come un’anima non può essere,
separata dal proprio corpo,
sì io ti vivo in ogni pensiero
della mia inutile esistenza.

 

Dvca