IPPOCRATE ATTUALE? (prima parte)

dott. Luca Monfrinotti

Continua a leggere

L’IMMAGINAZIONE IN MUSICA

Maestro Francesco Facchini

 

Quanto è importante immaginare? Quanto siamo dipendenti dalle immagini che creiamo nella nostra mente e che devono rapportarsi in modo stretto con la realtà che ci circonda?

Continua a leggere

Ciao!! ho un blog su #wordpress e mi piacerebbe ampliare questo progetto…intanto provo a farmi conoscere dal maggior numero di persone possibile e, per questo, ho creato la pagina su #Googleplus , ho un profilo su #instagram e ho creato una pagina di #facebook 🙂 spero che veniate a dare un’occhiata alle #pagina e/o al #sito https://annasurace90.wordpress.com/ e siete calorosamente invitati a darmi #suggerimenti su come#modificare e #migliorare il tutto! commentando qui su facebook o direttamente sul sito #grazie !!

cropped-dscn3187.jpg

L’OSSERVAZIONE: COSA SI FA PER CAPIRE

 
Con il termine “osservare” s’intende “Guardare, esaminare, considerare con attenzione, anche con l’aiuto di strumenti adatti, al fine di conoscere meglio, di rendersi conto di qualche cosa, di rilevare i particolari, o per formulare giudizi e considerazioni di varia natura: o. un quadro. Talora fa riferimento più all’attenzione della mente che a quella dell’occhio: o. gli effetti di una reazione chimica; o. l’andamento di un fenomeno.”1
L’osservazione, quindi, non è un semplice guardare, ma è un guardare con attenzione al fine di capire.
Ma di quali e quanti tipi di osservazione si può parlare?
Nella ricerca, come spiega Mantovani2, l’osservazione, oltre che essere una tecnica, è un metodo d’indagine e può essere diretta o indiretta, a seconda che sia condotta direttamente sul campo dall’osservatore, oppure avvenga su materiale videoregistrato.

Continua a leggere